Facebook pixel
Info
Foto sezione
Logo Bocconi

Course 2011-2012 a.y.

20333 - CRISI D'IMPRESA E PROCESSI DI RISTRUTTURAZIONE [CORPORATE DISTRESS AND TURNAROUND MANAGEMENT]


CLMG - M - IM - MM - AFC - CLAPI - CLEFIN-FINANCE - CLELI - ACME - DES-ESS - EMIT
Department of Management and Technology

Course taught in Italian


Go to class group/s: 31

CLMG (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - M (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - IM (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - MM (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - AFC (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - CLAPI (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - CLEFIN-FINANCE (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - CLELI (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - ACME (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - DES-ESS (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - EMIT (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09)
Course Director:
GUALTIERO BRUGGER

Classi: 31 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: GUALTIERO BRUGGER


Obiettivi formativi del corso

Il corso si propone di approfondire l'esame delle crisi d'impresa, dei processi attuabili nell'ottica del management per il loro superamento, dei meccanismi disponibili per la ricerca di intese con i creditori, dell'utilizzo nelle situazioni più gravi delle procedure concorsuali non di tipo liquidatorio. Accanto ai profili strettamente gestionali sono perciò illustrate le possibili sistemazioni di natura finanziaria e patrimoniale, anche ricorrendo agli strumenti giuridici offerti dall'ordinamento.
Il corso intende sviluppare una visione interdisciplinare dei problemi, che tenga conto dei diversi profili rilevanti (finanziari, economici, organizzativi e di management). Si fa un frequente uso di testimonianze e di casi applicativi.


Programma sintetico del corso
  • Dinamica industriale, cambiamento e crisi d'impresa. Anatomia delle situazioni di crisi e tipologia dei piani per fronteggiarle.
  • Sintomi e cause di declino delle imprese. Attori e momenti tipici dei processi di turnaround.
  • La fase diagnostica e la valutazione delle opzioni disponibili. Le misure immediate per la "messa in sicurezza" dell’impresa.
  • Il ripensamento strategico. L’elaborazione del piano industriale e del piano finanziario. il controllo di avanzamento dei piani.
  • Il cambiamento organizzativo. Gli interventi nelle aree operative critiche per il rilancio dell’impresa. La ristrutturazione societaria.
  • Profili giuridici delle crisi d'impresa. La riforma del diritto fallimentare e le esperienze pregresse nel sistema italiano.
  • L’amministrazione straordinaria e la sua evoluzione nel tempo.
  • Il concordato preventivo ex art.160 L.F. Varietà delle soluzioni prospettabili ai creditori. Momenti critici della procedura.
  • Gli accordi di ristrutturazione dei debiti ex art. 182 bis L.F. L’esperienza delle "convenzioni bancarie". I piani di risanamento finanziario ex art. 67, co. 3, lett. d) L.F. e le relative attestazioni di ragionevolezza.
  • Il ruolo degli advisor nelle ristrutturazioni aziendali. La gestione dei crediti non performing da parte delle banche. Gli interventi degli investitori istituzionali nelle crisi d’impresa.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame

Per i frequentanti
La valutazione finale è compiuta in base ai risultati della prova di fine corso, in forma scritta.

Per i non frequentanti
L'esame è tenuto in forma orale tradizionale.


Testi d'esame
  • M. MASCIOCCHI, Il Turnaround management, Milano, Il Sole 24-Ore, 2007.
  • A. Danovi (a cura di), Crisi di impresa e processi di risanamento, Letture, Milano, EGEA, 2010.

 

Modificato il 24/06/2011 08:41