Facebook pixel
Info
Foto sezione
Logo Bocconi

Course 2023-2024 a.y.

30009 - ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE [PUBLIC ADMINISTRATION ECONOMICS AND MANAGEMENT]

CLEAM
Department of Social and Political Sciences

Course taught in Italian

Insegnamento offerto anche in modalita' e-learning (cl. 51)




Go to class group/s: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 51

CLEAM (6 credits - II sem. - OB  |  SECS-P/07)
Course Director:
FRANCESCO LONGO

Classi: 1 (II sem.) - 2 (II sem.) - 3 (II sem.) - 4 (II sem.) - 5 (II sem.) - 6 (II sem.) - 7 (II sem.) - 8 (II sem.) - 51 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 1: GIOVANNI VALOTTI, Classe 2: PATRIZIO ARMENI, Classe 3: ROSANNA TARRICONE, Classe 4: RAFFAELLA SAPORITO, Classe 5: FRANCESCA LECCI, Classe 6: GIOVANNI FATTORE, Classe 7: FRANCESCO LONGO, Classe 8: GIOVANNI FOSTI, Classe 51: GRETA NASI


Synchronous Blended: Lessons in synchronous mode in the classroom (for a maximum of one hour per credit in remote mode)

Mission e Programma sintetico
MISSION

I grandi problemi globali (global warming, guerre o terrorismo, migrazioni, la globalizzazione dell’economia) vedono come protagoniste le istituzioni pubbliche, sollecitate a generare un’agenda condivisa dei problemi, a definire delle politiche di risposta, a gestire i relativi processi attuativi e a reperire le risorse necessarie. La qualità e l’efficacia delle istituzioni pubbliche sono inoltre due determinanti rilevanti per lo sviluppo sociale, culturale ed economico delle nazioni. I paesi con le istituzioni pubbliche più forti sono infatti quelli che riescono a reagire meglio alle crisi economiche, a ridurre la criminalità e la delinquenza, ad aumentare il benessere delle persone e ridurre le iniquità sociali. Per queste ragioni, lo studio delle istituzioni pubbliche risulta estremamente interessante per uno studente di economia e management, che può osservarne il funzionamento da tre distinte prospettive: -Come cittadino, che vuole essere consapevole di come avvengano i processi decisionali di regolazione, di gestione dei servizi collettivi, di redistribuzione del reddito. -Come aspirante manager di una impresa, che è regolata dalle istituzioni pubbliche, che è da esse sostenuta e che potrebbe essere uno dei suoi principali clienti. -Come aspirante manager pubblico, essendo il settore pubblico uno dei più grandi e interessanti datori di lavoro di ogni paese industrializzato.

PROGRAMMA SINTETICO

Il corso si propone l’obiettivo di:

 

  • Illustrare le funzioni, le caratteristiche e le specificità delle istituzioni pubbliche.
  • Presentare le logiche di management pubblico che agiscono in contesti dove i servizi vengono resi con tariffe inferiori ai costi, dove prevale la logica redistributiva e dove è necessario garantire universalità a fronte di bisogni differenziati, dovendo inoltre ottenere il necessario consenso politico per il prelievo fiscale per finanziare le proprie funzioni.
  • Analizzare i processi decisionali pubblici e i modelli di analisi e valore sottostanti.
  • Mappare le reti di relazione tra istituzioni pubbliche, le reti con le imprese e i relativi strumenti manageriali di governo.
  • Illustrare i processi di riforma e innovazione in corso e lo sviluppo delle logiche di Smart Cities e Sharing economy in ambito pubblico.


Il corso è articolato in 3 blocchi logici:

 

  1. Che cosa sono le Istituzioni Pubbliche?
  2. Come si gestiscono le Istituzioni Pubbliche?
  3. Come e con chi interagiscono le Istituzioni Pubbliche?

Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Conoscere le funzioni, caratteristiche e le specificità delle istituzioni pubbliche.
  • Conoscere le relazioni che intercorrono tra istituzioni pubbliche e tra queste e le imprese private e le aziende non profit.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Discutere la complessità dei processi decisionali pubblici e dei modelli di analisi e valore sottostanti.
  • Interpretare le logiche proprie del management pubblico, applicando i concetti teorici all'analisi di fatti e problematiche tratti dalla real life.
  • Argomentare la distinzione tra interesse collettivo, interesse dei gruppi e interesse individuale, analizzandone i rispettivi livelli di tutela e le istituzioni a ciò preposte.

Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
  • Lezioni online
  • Testimonianze (in aula o a distanza)
  • Analisi casi studio / Incidents guidati (tradizionali, multimediali)
  • Lavori/Assignment di gruppo
  • Altre attivita' d'aula interattive on campus/online (role playing, business game, simulation, online forum, instant polls)
DETTAGLI

Il corso ha un approccio prevalentemente induttivo, impostato sulla presentazione di casi aziendali, di problemi di policy, la cui discussione contribuisce a comprendere le teorie di riferimento. Il coinvolgimento degli studenti è inoltre favorito da testimonianze di manager qualificati e da un’esercitazione di gruppo, convinti che tramite una frequenza attiva si possa generare un più efficace apprendimento. I gruppi con gli elaborati più meritevoli saranno selezionati e avranno l’opportunità di presentare ai manager del settore pubblico il proprio elaborato, in occasione della case competition. 


Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •   x  
  • Prova individuale orale
  •   x  
  • Assignment di gruppo (relazione, esercizio, dimostrazione, progetto etc.)
  • x    
    STUDENTI FREQUENTANTI

    La modalità frequentanti prevede una prova intermedia scritta individuale (tradizionale/online), un lavoro di gruppo e una prova finale orale individuale. Il peso assegnato a ciascuna prova è il seguente: 

     

    • 30% esercizio di gruppo: la finalità è la verifica della capacità di adattare i concetti e i modelli teorici appresi a un caso concreto di management nelle istituzioni pubbliche
    • 35% prova intermedia scritta: serve a verificare l'apprendimento dei concetti  da parte dello studente  e la capacità di rielaborarli con senso critico
    • 35% prova individuale orale: sarà incentrata sui capitoli del libro svolti nelle lezioni dopo la prima prova intermedia scritta e serve a verificare l'apprendimento dei concetti  da parte dello studente  e la capacità di rielaborarli con senso critico.

     

    E' possibile sostenere, invece delle due prove parziali (una scritta e una orale), una sola prova generale orale, in corrispondenza delle sessioni previste per il secondo parziale orale. La prova costituisce il 70% del voto finale a cui concorre insieme al lavoro di gruppo.

    STUDENTI NON FREQUENTANTI

    L’esame può essere sostenuto in forma scritta negli appelli ufficiali sui testi indicati. La prova verifica la capacità di analizzare casi concreti di management delle istituzioni pubbliche utilizzando i concetti e i modelli teorici appresi durante il corso.


    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI

    M. CUCCINIELLO, G. FATTORE, F. LONGO, et al., Management Pubblico, Egea, 2024 (il testo deve essere studiato integralmente). [manuale in aggiornamento, pubblicazione prevista all'inizio del 2024]

    STUDENTI NON FREQUENTANTI
    • M. CUCCINIELLO, G. FATTORE, F. LONGO, et al., Management Pubblico, Egea, 2024(il testo deve essere studiato integralmente).  [manuale in aggiornamento, pubblicazione prevista all'inizio del 2024]
    • Valotti, G. (2022) Reactive PA – Lezioni dalla pandemia per il cambiamento della pubblica amministrazione., EGEA  
    Modificato il 08/11/2023 15:00