Course 2015-2016 a.y.

30035 - STORIA ECONOMICA E DEL PENSIERO ECONOMICO [ECONOMIC HISTORY AND HISTORY OF ECONOMIC THOUGHT]


CLEACC

Course taught in Italian


Go to class group/s: 11 - 12

CLEACC (8 credits - II sem. - OB  |  SECS-P/12)
Course Director:
STEFANO BAIA CURIONI

Classi: 11 (II sem.) - 12 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 11: MASSIMO AMATO, Classe 12: STEFANO BAIA CURIONI


Obiettivi formativi del corso

Il corso illustra le tappe fondamentali dello sviluppo economico europeo ed extraeuropeo contestualizzando,all'interno di tale percorso, la formazione del mercato e della moneta, istituzioni destinate a divenire snodi fattuali e teorici di rilevanza centrale per l'economia contemporanea. La collaborazione tra storia economica e storia del pensiero economico in questo corso è mirata a mostrare l'intersecarsi del processo formativo della civiltà occidentale, colto nelle sue dimensioni istituzionali, politiche ed economiche, con il percorso che ha condotto alla costituzione di concetti e istituzioni fondamentali della teoria economica. L'obiettivo complessivo è di aiutare lo studente ad orientare la comprensione dello sviluppo economico in prospettiva storica e dei suoi fondamenti intellettuali.


Programma sintetico del corso

Il corso è diviso in due sezioni:

La sezione storico-economica:

  • Ampiezza e articolazione dei processi di sviluppo: le società "tradizionali", preindustriali, la transizione moderna (XIV-XVIII sec.), la prima industrializzazione (XVIII-XIX sec.), la seconda industrializzazione (XIX-XX sec.), le società contemporanee.
  • Le variabili determinanti: di natura politica, intellettuale, istituzionale, sociale ed economica.
  • Le derivazioni di alcuni fenomeni della contemporaneità.

La sezione di storia del pensiero economico verte su due argomenti principali:

  • Il Mercato:
    • La nozione di mercato da Adam Smith (1776), a Marshall, a Walras.
    • Gli sviluppi nell'analisi contemporanea dei mercati: Vernon Smith, premio Nobel per l'economia nel 2002.
    • Il tema dell'efficienza e dell'equità nella storia del pensiero economico.
    • La concezione economica della scelta (che nella tradizione economica è volta alla massimizzazione del benessere o dell'utilità). Origine -la proairesis Aristotelica- e sviluppo nella teoria economica: i processi psicologici e cognitivi sottostanti la decisione, la formalizzazione e la scelta in termini logico-matematici in modo da ottenere teoremi economici esatti.
  • La Moneta:
    • Prima di essere una merce o un segno rappresentativo della merce, o anche solo un'informazione per la formazione di aspettative, la moneta è un'istituzione. Il modo in cui la natura istituzionale è stata concepita nel pensiero occidentale dell'economico è tuttavia fortemente mutato nel corso della storia. Le lezioni cercano di dare conto del modo e del senso in cui si sono prodotte queste rare ma decisive mutazioni e degli effetti che esse hanno avuto sul modo occidentale di concepire il mercato.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame
L’esame potrà essere tenuto in modalità frequentanti o non frequentanti. La scelta tra le due modalità è libera e potrà essere effettuata per le prime tre sessioni di esame. Dopo le prime tre sessioni di esame si dovrà adottare la modalità non frequentanti.
Per i  frequantanti :
l'esame sarà composto da una prova parziale e da una prova finale scritta.
Per i non frequentanti :
l'esame sarà composto da una prova finale scritta.

Testi d'esame

Per i Frequentanti:
Il materiale di studio è rappresentato dalla dispensa EGEA e dai materiali forniti dai docenti.
Per i Non Frequentanti:

  • R. Cameron , L. Neal, La storia economica del mondo, Il Mulino, due volumi: capitoli 3, 6 (vol. I), capitoli 7, 8, 12, 14, 15 (vol. II).
  • A. Roncaglia, La ricchezza delle idee. Storia del pensiero economico, Laterza.
Modificato il 27/03/2015 12:44