Course 2011-2012 a.y.

30017 - FINANZA AZIENDALE / CORPORATE FINANCE

Department of Finance


For the instruction language of the course see class group/s below

Go to class group/s: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 16 - 17 - 18 - 31

CLEAM (6 credits - I sem. - OB  |  SECS-P/09)
Course Director:
ALESSANDRO FROVA

Classi: 1 (I sem.) - 2 (I sem.) - 3 (I sem.) - 4 (I sem.) - 5 (I sem.) - 6 (I sem.) - 7 (I sem.) - 8 (I sem.) - 9 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 1: ALESSANDRO FROVA, Classe 2: ALESSANDRO FROVA, Classe 3: CESARE CONTI, Classe 4: MASSIMO BUONGIORNO, Classe 5: OMBRETTA PETTINATO, Classe 6: CARLO MARIA PINARDI, Classe 7: CLAUDIA ORSOLA TAMAROWSKI, Classe 8: EMANUELE TETI, Classe 9: LEONARDO ETRO

Classe/i impartita/e in lingua italiana

Obiettivi formativi del corso
Il corso analizza i principi e gli strumenti delle decisioni aziendali di investimento e di finanziamento con il fine di verificare il loro contributo alla creazione di valore per gli azionisti. In particolare, vengono illustrati i modelli teorici fondamentali e la loro concreta  applicazione nelle scelte tipiche della finanza aziendale: le decisioni di investimento (capital budgeting), l’individuazione di una corretta misura del costo del capitale, la scelta del grado di leva finanziaria (capital structure) e la politica dei dividendi, ovvero i principali  campi di attività della Direzione Finanziaria. I contenuti del corso si articolano in tre moduli, che sviluppano a livello teorico ed applicativo i concetti essenziali della corporate finance:
  • Valore delle azioni edecisioni di investimento.
  • Rischio e rendimento, costo del capitale.
  • Struttura del capitale e politica dei dividendi.

Tali concetti sono necessari per affrontare le scelte fondamentali della finanza aziendale, sia quelle della gestione ordinaria che quelle della cosiddetta finanza straordinaria, approfondite negli opzionali di Pianificazione finanziaria e analisi degli investimenti, Valutazione delle aziende, International project finance, Finanza straordinaria.

Il programma prevede lo svolgimento di due lezioni ed una esercitazione per settimana; il testo è particolarmente ricco di esempi e di esercizi, che vengono svolti a lezione e, soprattutto, durante le esercitazioni.


Programma sintetico del corso
  • Introduzione alla finanza aziendale e corporate governance
  • Analisi di bilancio, riclassificazioni, rendiconto finanziario e pianificazione a lungo termine
  • Discounted cash flow (DCF) e valore
  • Come valutare obbligazioni ed azioni
  • Criteri di valutazione degli investimenti
  • Analisi del rischio, opzioni reali e scelte di investimento
  • Rischio e rendimento: il capital asset pricing model
  • Modelli fattoriali ed APT
  • Costo del capitale, stima e determinanti del beta
  • Struttura finanziaria e valore dell’impresa: i modelli di base
  • Struttura finanziaria e limiti all’indebitamento
  • Costo del capitale, valore dell’impresa e decisioni di investimento: legami con il grado di indebitamento
  • La politica dei dividendi: cenni

Testi d'esame
  • S. ROSS, D. HILLIER, R. WESTERFIELD, J. JAFFE, B. JORDAN, Finanza Aziendale, McGraw-Hill, 2011, 1a edizione italiana a cura di S. Frova, (capitoli 1-18)

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame

Frequenza

La frequenza a lezioni ed esercitazioni non è obbligatoria; tuttavia l’esperienza dimostra che essa facilita significativamente la comprensione della materia e contribuisce a migliorare la performance d’esame.


Per i frequentanti

L'esame è in forma scritta. Gli studenti che hanno frequentato possono sostenere con il proprio docente due prove scritte (la prima a metà corso e la seconda al termine del corso). Agli studenti che superano l'esame (con un voto almeno uguale a diciotto in entrambe le prove) viene registrata d'ufficio la media aritmetica dei due voti, approssimata per eccesso.
In alternativa, chi lo desiderasse può sostenere una prova generale a fine corso.
In ambedue i casi (intermedie, generale) le prove scritte sono così strutturate:

  • 15 domande chiuse multiple choice (1 punto l’una)
  • 2 domande aperte (4 punti l’una)
  • 1 esercizio (10 punti)

Non è previsto alcun orale integrativo.


Per i non frequentanti
L'esame è in forma scritta, solo con prova generale, con le medesime modalità e punteggi di cui sopra.
Non è previsto alcun orale integrativo.


CLEF (8 credits - I sem. - OB  |  SECS-P/09)
Course Director:
MAURIZIO DALLOCCHIO

Classi: 10 (I sem.) - 11 (I sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 10: MAURIZIO DALLOCCHIO, Classe 11: MICHELE CALCATERRA

Classe/i impartita/e in lingua italiana

Obiettivi formativi del corso

Il corso affronta ed approfondisce i temi fondamentali della finanza d'azienda: dall'analisi alla pianificazione finanziaria, dalla valutazione degli investimenti e dei finanziamenti alle scelte di struttura finanziaria e infine si pone cenno alle operazioni di finanza straordinaria. L'obiettivo del corso è di introdurre gli studenti nel mondo della finanza d'azienda, fornendo loro la comprensione sia dei principali modelli teorici che delle loro principali applicazioni nelle realtà aziendali. A tal fine, a lezioni in cui vengono esposti e commentati - con continui riferimenti alle notizie economico-finanziarie più recenti - i modelli della moderna teoria della finanza si alternano sessioni dedicate allo studio di casi e a testimonianze aziendali.


Programma sintetico del corso

Parte prima: Logiche e strumenti di analisi e pianificazione finanziaria

  • Gli obiettivi della finanza d'azienda e i fondamenti di teoria del valore.
  • L'analisi finanziaria come strumento di gestione manageriale e di comunicazione al mercato.
  • La pianificazione finanziaria nel breve e nel lungo periodo: dal budget di cassa al piano finanziario.

Parte seconda: Introduzione alla finanza operativa

  • Il capitale circolante: dimensioni, rilevanza e modalità di gestione. 
  • La gestione del credito commerciale e delle relazioni con i clienti.

Parte terza: Le decisioni di investimento

  • Gli investimenti: aspetti generali e criteri di valutazione della loro convenienza economica.
  • Modalità di costruzione dei flussi di cassa rilevanti nella valutazione.
  • La gestione dell'incertezza nelle analisi di capital budgeting.

Parte quarta: Costo del capitale e scelte di struttura finanziaria

  • Le principali teorie ed il rapporto tra struttura finanziaria e costo del capitale. 
  • I profili e gli strumenti di analisi nelle scelte di finanziamento.  
  • La stima del costo del capitale proprio in ottica aziendale.
  • Il costo medio ponderato del capitale, i suoi utilizzi e limiti.

Parte quinta: Introduzione alle operazioni di M&A

  • Una rassegna dei metodi di valutazione delle aziende.
  • M&A e processi di creazione del valore.

Testi d'esame
  • M. DALLOCCHIO, A. SALVI, Finanza aziendale, volume 1, Milano, EGEA, 2011.
  • M. DALLOCCHIO, E. TETI, Esami di finanza aziendale: applicazioni pratiche, temi, esercitazioni svolte, Milano, ETAS, 2008.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame

Per i frequentanti:

  • Esame in forma scritta, composto da un esercizio, che pesa per il 50% del voto, e da domande chiuse a scelta multipla (multiple choice) che pesano per la restante parte.
  • Sono previste due prove intermedie, una a metà del corso, l'altra alla fine dello stesso, composte da un esercizio, che pesa per il 50% del voto e da domande chiuse a scelta multipla (multiple choice) che pesano per la restante parte. L'esame e' superato solo se si e' ottenuto un voto uguale o maggiore a 18 in entrambe le prove. Il voto finale, media delle due prove intermedie, è eventualmente arrotondato per eccesso.
  • Il programma d'esame fa riferimento alle parti dei libri di testo svolte in aula e ai capitoli dell'eserciziario facenti riferimento ai soli argomenti trattati.

Per i non frequentanti:

  • Esame in forma scritta, composto da un esercizio, che pesa per il 50% del voto e da domande chiuse a scelta multipla (multiple choice) che pesano per la restante parte.
  • Il programma d'esame fa riferimento alla seguente selezione dei capitoli dal libro di testo: M. DALLOCCHIO, A. SALVI, Finanza d'aziendale, Milano, EGEA, 2011 (cap. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 16, 17, 18, 19, 20, 21 e capitoli sulle operazioni di finanza straordinaria disponibili sul web learning del Corso).

Non è previsto alcun orale integrativo né per frequentanti né per non frequentanti.


CLES (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - BIEMF (6 credits - II sem. - OB  |  SECS-P/09)
Course Director:
GIOVANNI WALTER PUOPOLO

Classes: 16 (II sem.) - 17 (II sem.) - 18 (II sem.)

Class group/s taught in English

Course Objectives

This course teaches the foundations and tools needed for corporate investment and financing decisions, in order to create value for shareholders. Therefore, the aim of the course is to focus the attention on: cash flows, budgeting, valuation; how to measure return and risk, the cost of capital and the financial structure. This course takes the students through the process step by step and topics are analyzed with the help of case studies.


Course Content Summary
  • Reclassification of the balance sheet and the income statement, the cash flow statement, budgeting
  • Investment valuation: capital budgeting criteria
  • Return and values of stocks
  • Risk, return and the cost of capital
  • Portfolio theory and the capital asset pricing model
  • Financial structure

Textbooks

Class notes, slides and other information are available in the class learning space. Students are strongly recommended to scan over the class notes and slides before class. Besides:

R. Brealy, S. Myers, F. Allen, Principles of Corporate Finance, McGraw Hill, 2007, 9th edition.


Detailed Description of Assessment Methods

The exam is written.


CLEACC (6 credits - II sem. - OBS  |  SECS-P/09)
Course Director:
MAURIZIO DALLOCCHIO

Classi: 31 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: MAURIZIO DALLOCCHIO

Classe/i impartita/e in lingua italiana

Obiettivi formativi del corso

Il corso affronta ed approfondisce i temi fondamentali della finanza d’azienda: dall’analisi della dinamica finanziaria alla pianificazione finanziaria, dalla valutazione di investimenti e finanziamenti alle scelte di struttura finanziaria e della valutazione d’azienda. L’obiettivo del corso è di introdurre gli studenti al mondo della finanza d’azienda, fornendo loro la comprensione sia dei principali modelli teorici sia delle loro principali applicazioni nelle realtà aziendali, con specifica afferenza ai settori di interesse. A tal fine, a lezioni sui modelli della moderna teoria della finanza aziendale, si alternano sessioni dedicate allo studio di specifici casi aziendali afferenti ai settori di riferimento del CLEACC e sessioni esercitative e di applicazione dei modelli studiati.


Programma sintetico del corso

Parte prima - Logiche e strumenti di analisi finanziaria

  • Le analisi di bilancio e gli strumenti statici (le riclassificazioni e i quozienti di bilancio).
  • Gli strumenti dinamici: i flussi finanziari e la costruzione del rendiconto finanziario.

Parte seconda - La logica e gli strumenti della pianificazione finanziaria

  • Di breve periodo: il budget di cassa, e i bilanci prospettici.
  • Di lungo periodo: il budget finanziario, il piano finanziario.

Parte terza - Le decisioni di investimento

  • Classificazione; criteri di valutazione della convenienza economica; capital rationing costruzione dei flussi di cassa rilevanti nella valutazione; il tasso di attualizzazione.

Parte quarta - Le scelte di struttura finanziaria

  • La copertura del fabbisogno finanziario e i profili di analisi nelle scelte di finanziamento.
  • Modalità e strumenti di finanziamento nel settore dell’arte, della cultura e dello spettacolo.

Parte quinta - Criteri e modelli per la valutazione d’azienda 


Testi d'esame
  • M. DALLOCCHIO, E. TETI, Finanza per le Arti, la Cultura e la Comunicazione, Milano, EGEA, nuova pubblicazione.
  • M. DALLOCCHIO, E. TETI, Esami di Finanza Aziendale, ETAS, 2008.
  • Materiale fornito dai docenti. I casi aziendali discussi in aula ed il materiale integrativo saranno resi disponibili sul learning space.

Descrizione dettagliata delle modalità d'esame

Per i frequentanti:

  • Esame in forma scritta, composto da un esercizio, che pesa per il 30/40% del voto, e da domande chiuse a scelta multipla (multiple choice) che pesano per la restante parte.
  • Sono previste due prove intermedie, una a metà del corso, l'altra alla fine dello stesso, composte da un esercizio, che pesa per il 30/40% del voto e da domande chiuse a scelta multipla (multiple choice) che pesano per la restante parte. L'esame e' superato solo se si è ottenuto un voto uguale o maggiore a 18 in entrambe le prove. Il voto finale, media delle due prove intermedie, è eventualmente arrotondato per eccesso.
  • Il programma d'esame fa riferimento alle parti dei libri di testo svolte in aula e ai capitoli dell'eserciziario facenti riferimento ai soli argomenti trattati.

Per i non frequentanti:

  • Esame in forma scritta, composto da un esercizio, che pesa per il 30/40% del voto e da domande chiuse a scelta multipla (multiple choice) che pesano per la restante parte.
  • Il programma d'esame fa riferimento a tutto il libro e ai capitoli dell'eserciziario facenti riferimento agli argomenti trattati nel libro di testo.

Non è previsto alcun orale integrativo né per frequentanti né per non frequentanti.