Info
Foto sezione
Logo Bocconi

Course 2020-2021 a.y.

20333 - CRISI D'IMPRESA E PROCESSI DI RISTRUTTURAZIONE [CORPORATE DISTRESS AND TURNAROUND MANAGEMENT]

Department of Management and Technology

Course taught in Italian


Go to class group/s: 31

CLMG (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - M (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - IM (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - MM (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - AFC (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - CLELI (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - ACME (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - DES-ESS (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - EMIT (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - GIO (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - DSBA (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - PPA (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09) - FIN (6 credits - II sem. - OP  |  SECS-P/09)

Classi: 31 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: PAOLA ELISABETTA MARIA GALBIATI


Mission e Programma sintetico
MISSION

La crisi d'impresa e gli interventi funzionali al loro superamento sono sempre stati un tema centrale nell’economia e gestione delle imprese. Il tema è diventato di estrema attualità nei tempi recenti caratterizzati da numerose discontinuità. Il corso si propone, da un lato, di analizzare le ragioni delle crisi di azienda e il processo diagnostico necessario per l’individuazione tempestiva delle cause, dall’altro, le strategie efficaci per il superamento della crisi, ove possibile. In questo ambito rientrano i vari meccanismi disponibili per la ricerca di intese con i creditori e le procedure previste dalla legge fallimentare per agevolare il salvataggio delle imprese in crisi. Accanto ai profili strettamente gestionali sono perciò illustrati i possibili interventi di natura finanziaria e le misure con impatto patrimoniale. Il corso intende sviluppare una visione interdisciplinare dei problemi, che tenga conto dei diversi profili rilevanti (finanziari, economici, organizzativi e di management), con il frequente aiuto di testimonianze di esperti e di casi applicativi.

PROGRAMMA SINTETICO

Il corso è diviso in due parti.

  1. La prima, che assume uno spazio preponderante,  procede dall’analisi della tipologia di crisi e delle relative cause alla valutazione delle opzioni disponibili per avviare un processo di turnaround. Il processo di turnaround  viene indagato in tutti i suoi profili operativi, finanziari e organizzativi, con attenzione particolare agli attori che assumono un ruolo rilevante nei processi di turnaround.
  2. La seconda parte entra nel merito del contesto normativo e quindi delle procedure concorsuali presenti nel nostro ordinamento. L’approccio utilizzato è quello del professionista interessato ai risvolti dell’applicazione della normativa sull’evoluzione del turnaround aziendale.

Si affrontano i seguenti temi:

  • Anatomia delle situazioni di crisi. Sintomi e cause di declino delle imprese. 
  • La fase diagnostica e la valutazione delle opzioni disponibili.
  • Le misure immediate per la "messa in sicurezza" dell’impresa. 
  • Il ripensamento strategico. L’elaborazione del piano industriale e del piano finanziario. Il controllo di avanzamento dei piani. 
  • Il cambiamento organizzativo. Gli interventi nelle aree operative critiche per il rilancio dell’impresa. La ristrutturazione societaria. 
  • Gli attori e i porocessi tipici del turnaround.
  • Profili giuridici delle crisi d'impresa. La riforma del diritto fallimentare e le esperienze pregresse nel sistema italiano. 
  • L’amministrazione straordinaria e la sua evoluzione nel tempo. 
  • Il concordato preventivo. Varietà delle soluzioni prospettabili ai creditori. Momenti critici della procedura. 
  • Gli accordi di ristrutturazione dei debiti. L’esperienza delle "convenzioni bancarie". I piani di risanamento finanziario e le relative attestazioni di ragionevolezza. 
  • La gestione dei crediti non performing da parte delle banche. Gli interventi degli investitori istituzionali nelle crisi d’impresa.

Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Distinguere i ruoli dei vari attori che ruotano attorno ai processi di risanamento e ristrutturazione delle imprese.
  • Riconoscere le cause di crisi.
  • Identificare le differenti opzioni disponibili di azione e l'opportunità di  avviare un processo di turnaround.
  • Conoscere le procedure giudiziali al fine di poter riconoscere l'opportunità di adire una procedura giudiziale di risanamento.
  • Comprendere la complessità  delle ristrutturazioni a livello strategico e finanziario, gli elementi di uniformità e di diversità dei vari casi.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Individuare i segnali di crisi aziendale sin dalla loro prima manifestazione.
  • Valutare le possibili alternative di azione e l'opportunità di intraprendere un turnaround.
  • Individuare il team atto a gestire un turnaround.
  • Individuare le priorità e le criticità di uno specifico turnaround.
  • Scegliere la procedura giudiziale più opportuna quando necessario.

Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
  • Testimonianze (in aula o a distanza)
  • Analisi casi studio / Incidents guidati (tradizionali, multimediali)
DETTAGLI

Il corso si propone di sviluppare un processo di apprendimento basato, oltre che su lezioni frontali, su discussione di casi, esempi tratti dal mondo reale e testimonianze aziendali. Il corso si caratterizza per l’approccio operativo volto ad analizzare situazioni di crisi reali e provvedimenti concretamente adottati per la soluzione della crisi.

Pertanto, numerose lezioni, durante tutto il corso, sono dedicate ad approfondimenti operativi in vari ambiti. In particolare sono esaminati gli accordi con i creditori, visti nell’ottica delle aziende come delle banche; i possibili interventi di investitori nel capitale di aziende in ristrutturazione, i problemi di valutazione delle aziende in fase di turnaround. Alcuni casi attuali di ristrutturazione aziendale sono presentati da esperti che li hanno vissuti in prima persona, occupando ruoli manageriali o anche apportando capitale in fase di ristrutturazione dell'azienda. 

Tenuto conto che la metodologia d’insegnamento è particolarmente basata sull’interazione e la partecipazione in classe, la frequenza è fortemente raccomandata.


Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale scritta (tradizionale/online)
  •     x
  • Prova individuale orale
  •     x
    STUDENTI FREQUENTANTI

    La “modalità frequentanti” è riservata agli studenti che hanno frequentato almeno il 70% delle lezioni, ovvero almeno 16 lezioni. Gli studenti frequentanti possono effettuare la prova scritta, che ha luogo alla fine del corso, oppure sostenere l'esame in forma orale. Qualora scelgano la modalità scritta, dovranno rispondere a 5 domande aperte a scelta nell'ambito di 7 domande proposte. 

    La prova scritta ha per oggetto i contenuti trattati in classe e presenti nei libri di testo o nelle slide, ed ha lo scopo di valutare il grado di apprendimento dello studente in merito ai principali concetti,  ai metodi e agli strumenti impartiti nel corso, nonché la chiarezza dell’esposizione scritta. L'esame è basato su domande “aperte”, formulate in modo tale da richiedere risposte brevi e precise. Gli appelli successivi a quello di fine corso sono tenuti in forma orale tradizionale.

    STUDENTI NON FREQUENTANTI

    La “modalità non frequentanti” prevede alternativamente un esame scritto a fine corso basato su 5 domande aperte o un esame orale tradizionale. Per gli studenti non frequentanti, le domande sono formulate in aderenza ai testi e alle slide presenti su Bboard. 


    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI

    - Corporate Turnaround - The Italian perspective (editors G.Brugger - P.Galbiati), Mc Graw Hill, 2020

    - Slide e altri materiali didattici depositati in blackboard

    Modificato il 10/12/2020 10:39