Info
Logo Bocconi

Course 2019-2020 a.y.

20151 - DIRITTO DEL LAVORO E DELLE RELAZIONI INDUSTRIALI [LABOUR LAW]

M
Department of Law

Course taught in Italian

Go to class group/s: 31

M (6 credits - II sem. - OBCUR  |  IUS/07)
Course Director:
MAURIZIO DEL CONTE

Classi: 31 (II sem.)
Docenti responsabili delle classi:
Classe 31: SILVIO SONNATI


Conoscenze pregresse consigliate

Basi di diritto privato e di diritto pubblico.


Mission e Programma sintetico
MISSION

Il corso ha l'obiettivo di consentire una corretta interpretazione dei fondamentali principi e riferimenti normativi della disciplina giuslavoristica, nel dialogo con l'ordinamento privatistico e alla luce del fenomeno sindacale. L'insegnamento offre un'introduzione alle regole che presiedono al funzionamento del mercato del lavoro, in una prospettiva diacronica.

PROGRAMMA SINTETICO
  1. La prima parte del corso si occupa della dimensione collettiva del rapporto di lavoro; l’obiettivo è quello di definire origine e funzioni del sindacato e della contrattazione collettiva.
  2. La seconda parte del corso, invece, ha ad oggetto la dimensione individuale del rapporto di lavoro e approfondisce quelli che sono i diritti e gli obblighi delle parti del rapporto di lavoro. Partendo dal concetto di lavoro subordinato, vengono analizzate le varie forme di acquisizione della prestazione lavorativa ed i diritti ivi connessi. Per quanto riguarda la dimensione datoriale, ampio spazio è dedicato al contenuto dei poteri del datore di lavoro e ai limiti del loro esercizio. Infine viene affrontato il recesso dal rapporto di lavoro con particolare riferimento alla disciplina del licenziamento individuale e collettivo.

Risultati di Apprendimento Attesi (RAA)
CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Identificare e descrivere il quadro normativo di riferimento del mercato del lavoro in Italia.
  • Definire le linee di fondo dell'evoluzione normativa nel periodo Costituzionale.
CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di...
  • Riconoscere, sviluppare e riprodurre le coordinate di un corretto ragionamento giuridico in materia lavoristica e sindacale.

  • Utilizzare con proprietà il linguaggio tecnico della materia.


Modalità didattiche
  • Lezioni frontali
DETTAGLI

Il docente tiene esclusivamente lezioni frontali, guidando gli studenti alla comprensione della disciplina legale oggetto di studio e indicando, volta per volta, i riferimenti alle sezioni rilevanti dei libri di testo utilizzati.


Metodi di valutazione dell'apprendimento
  Accertamento in itinere Prove parziali Prova generale
  • Prova individuale orale
  •     x
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI
    • La prova orale ha principalmente ad oggetto l'accertamento della conoscenza, da parte degli studenti, dei fondamentali principi e riferimenti normativi della disciplina giuslavoristica, nel dialogo con l'ordinamento privastistico e alla luce del fenomento sindacale, così come le regole che presiedono al funzionamento del mercato del lavoro, in una prospettiva diacronica nel periodo Costituzionale.
    • Oltre a valutare la conoscenza di base degli istituti affrontati nell'ambito del corso, la prova orale è funzionale, inoltre, ad accertare l'apprendimento, da parte degli studenti, del lessico tecnico-giuridico proprio della materia giuslavoristica.
    • Al fine di ottenere una valutazione positiva, lo studente deve inoltre dimostrare, al di là della conoscenza dei singoli istituti, di saper sviluppare e riprodurre le coordinate di un corretto ragionamento giuridico nella materia giuslavoristica e di saper effettuare collegamenti tra i vari istituti oggetto del corso, anche in chiave critica.

    Materiali didattici
    STUDENTI FREQUENTANTI E NON FREQUENTANTI
    • Diritto Sindacale: PERSIANI, F. LUNARDON, Fondamenti di Diritto Sindacale, Giappichelli, 2017 (parti escluse: capitoli III, IV, VII).
    • Diritto del Lavoro: PERSIANI, S. LIEBMAN, et al., Fondamenti di diritto Del lavoro, Giappichelli, 2019.
    Modificato il 04/06/2019 09:34